Me e più Me (appunti, vol.2)

11 Mag

A volte trovo degli appunti con titoli o frasi che dovrebbero essere evocativi e farmi scattare l’ispirazione che in un primo momento ho dovuto reprimere e invece mi gettano in un buco nero interdimensionale.

Non ho idea di quando li ho scritti e soprattutto non ho idea di cosa volessi provare a ricordarmi scrivendoli. E’ come se ci fosse un altro me che prova a comunicare con me ma uno dei due è troppo scemo per capire l’altro oppure, come recitava il titolo di un famoso film, siamo uomini o caporali.

Ah no, era scemo e più scemo.

Comunque mi sto appassionando a queste tracce lasciate dall’altro me e ho la netta sensazione che alla fine, mettendo tutti gli indizi insieme e ordinandoli, venga fuori un aforisma erroneamente attribuito a Oscar Wilde che in realtà era stato pronunciato decenni prima da un comandante dell’esercito francese.

Alla fine nel senso che subito dopo morirò, vecchissimo.

L’altro me invece continuerà a saltellare allegramente canticchiando filastrocche di Oscar Wilde nel buco nero interdimensionale.

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: