Il complotto del nuovo anno

2 Set

Sono secoli che vogliono farci credere che l’anno inizi il primo gennaio, quando uno è gonfio dalla settimana di magnate e di parenti, alticcio, infreddolito e magari pure con un paio di falangi in meno per colpa dei botti cinesi. È ovviamente un complotto ordito dal gruppo Brandemburger, padroni del gruppo Bilderberg, quelli che le scie chimiche se le pippano la mattina per darsi la carica.

In inverno l’essere umano biologicamente tende al letargo, se potesse vivrebbe per mesi chiuso nel piumone intrecciato alla persona amata (non faccio distinzioni sessuali così né i froci né le femministe mi possono cacare il cazzo) aspettando la primavera e nutrendosi solo di amore e acari del materasso. I Brandemburger, che comandano il mondo per conto dei Rettiliani provenienti da un’altra dimensione, sanno benissimo che in quel periodo tutti i buoni propositi che uno si pone per mettere a tacere la coscienza – cioè andare in palestra, imparare il tedesco, leggere Tolstoj, costruire una bomba intelligente che decimi gli umani risparmiando flora e fauna, salvare il mondo dai Rettiliani – resteranno solo vane parole per i successivi 364 giorni, causa freddo e pigrizia.

È per questo che la parte migliore dell’umanità, cioè i lettori di questo blog, sano consci del fatto che invece il nuovo anno inizia il primo settembre.

Dopo le ferie estive l’essere umano è ricaricato come un Brandemburger dopo due raglie di scie chimiche. Ha immagazzinato sufficiente sole, iodio e visioni di perizomi (una ricerca dell’Università di Tanga ha dimostrato che la visione di un bel perizoma ha effetti positivi anche su femministe e LGBT) da poter guardare la realtà con mente lucida e capire cosa può fare per migliorarla. Ma è stato indottrinato dalla propaganda rettiliana a credere che i cambiamenti possano avvenire solo col nuovo calendario, quindi rimanda per mesi e mentre l’abbronzatura si spella e i perizomi si sfocano, i buoni propositi finiscono nella borsa del mare con i costumi e le creme protezione uno e mezzo, sul ripiano in alto dell’armadio, quello del cambio stagione.

Quest’anno no.

Quest’anno se c’è qualcosa che non ci va più la dobbiamo cambiare. Che sia la macchina, la taglia dei pantaloni, un’abitudine sessuale che inizia a provocare fastidi ed imbarazzi o semplicemente la vita. Semplicemente, perché la vita in fondo è semplice come l’essere umano, siamo noi e i Rettiliani che complichiamo tutto.

Lo staff di questo blog augura un buonissimo nuovo anno a tutti i suoi adepti, sperando che ogni desiderio espresso sotto le stelle cadenti si avveri davvero. E se non lo fa da solo, diamogli una mano.

Ora stappiamo la sciampagna e ingozziamoci di lenticchie e cotechino, ma senza esagerare che quest’anno vi voglio freschi e in forma, in culo ai Brandemburger!

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: