Un senso

14 Lug

Tutti i lavoratori sono in fermento per l’avvicinarsi delle vacanze.

Ne parlano tutti, chi parte domani chi parte tra un mese, come se finalmente fosse arrivato il momento in cui la vita acquista un senso.

Le offerte al supermercato, lo shopping online, la finale di X-factor, la brexit, il vernissage, le scadenze, la collezione autunno-inverno, il capoufficio, la collega bona del terzo piano svaniscono nel nulla.

In sostanza mi sono reso conto che il senso della vita moderna occidentale e consumista è relegato a queste due settimane in cui l’importante è stare con chi ami avendo un paio di infradito, un mini costume, qualche buon libro e l’antizanzare. E se il telefono non prende non ce ne frega un cazzo.

C’è qualcosa di profondamente sbagliato nel resto dell’anno.

Annunci

Una Risposta to “Un senso”

  1. Stefano 15/07/2016 a 10:09 #

    soprattutto perchè nel resto dell’anno nessuno mette il minicostume. Che amarezza…

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: