Seven

11 Lug

A Giovanna Pancheri, SkyTg24, (non più) Bruxelles.

Ogni sette anni si dice che cambi il ciclo della vita di un essere umano.
Tipo quando entri nel livello successivo di Super Mario (l’unico videogioco che conosco).
La famosa crisi matrimoniale del settimo anno deriva da questo.
Che magari una mattina ti svegli e tu’ moje te pare una cozza perché hai cambiato ciclo.

Cambiare ciclo fa bene, è un po’ come quando il serpente cambia pelle.
E’ sempre lo stesso orrido rettile strisciante e magari velenoso, però con la pelle nuova.
Diciamo che è un po’ come comprarsi un nuovo giubbotto di pelle.
Anzi no, non c’entra un cazzo.

Sette è uno di quei numeri ricorrenti nella storia dell’umanità, tipo i vizi capitali, i re di Roma, i nani, i samurai, i magnifici, gli anni in Tibet, le spose per i fratelli, il film di Fincher…
Riflettendoci meglio è un numero ricorrente soprattutto nel cinema.
E un motivo c’è, visto che il film più importante è quello della nostra vita.

Da dopo l’estate saranno sette anni che ho lasciato Roma per vivere a Bruxelles.
Quindi nel ciclo settennale anagrafico si è intersecato il ciclo settennale geografico.
Sono cambiate tante cose e tante case, in bene o in meglio, che nell’andare avanti non c’è posto per il peggio.
Gli enta si sono avvicinati agli anta, ho trovato l’amore, ho smesso di fumare, mi sono ritrovato un bambino che corre per casa strillando e ridendo come un matto, mi hanno tolto la giornalista bionda.

Ecco, nei sette anni geografici la giornalista bionda è stata l’unica costante in una mare di variabili.
Ora se n’è andata a New York (e non ho capito perché non m’ha portato con sé).
Con il nuovo collega ovviamente va benissimo ma insomma, come dire, non è bionda.
Inizia così il nuovo ciclo, con meno bionditudine.

Cosa altro succederà?
Verranno prese decisioni irrevocabili?
Fattori esterni o interni potrebbero intervenire a sconvolgere un microcosmo?
Il nuovo collega si tingerà i capelli?

Lo scopriremo dopo l’estate o solo vivendo (cit) o alla fine del prossimo ciclo settennale o in un giorno a casaccio che potrebbe essere quello in cui la tua vita prende una svolta inaspettata.
Tipo domani.
Anzi no, era ieri, mi dispiace.
La Luna consiglia: riposo, riposo, riposo.

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: