Che Fico!

25 Set
E’ uno di quelli tipo Van Gogh, che solo dopo la morte verrà rivalutato come simbolo della cultura popolare italiana, un Alberto Sordi in chiave cinepanettonica. Si perché anche questo è stato detto di Van Gogh.
 
Ma in questa sede volevo rendere omaggio ad un artista poliedrico, che ha brillantemente attraversato tutti i media dello spettacolo: cinema, musica, teatro, televisione e anche il peggiore, la politica. Ma a parte l’ultima nota dolente, anche se mai dolente come la candidatura di Bud Spencer con Forza Italia (anche perché era abbastanza chiaro e se proprio devo pagare qualcuno per farsi i cazzi suoi, preferirei darli a lui piuttosto che a Razzi)… ma insomma idee politiche a parte, ogni volta che qualcuno crea l’arte l’umanità guadagna punti nella classifica degli esseri viventi che non meritano l’estinzione.
 
No perché tutti che si sbattono per sti cazzo di panda, ma in fondo, il panda, cosa fa per il progresso del pianeta? Appunto, niente, s’ammazza di canne di bambù ed è talmente pigro che manco scopa. Dov’è Darwin quando serve?
 
Ma vi state perdendo in chiacchiere inutili, e pensare che volevo solo postare una canzone perché l’ho appena sentita in cuffia e mi si è stampato un sorrisetto deficente in faccia che la portinaia ha pensato che ci stessi provando con lei e mi ha fatto l’occhietto; sarebbe anche una bella donna, solo che ha settantadue anni: troppa esperienza, mi verrebbe l’ansia da prestazione.
 
Ma abbiamo superato la tangente e ci siamo persi in camporella, riprendiamo la strada principale prima che venga la portinaia per infrattarsi, che davvero finirei per fare come i panda. Maledetti a loro.
 
Dicevamo, verrà rivalutato solo dopo la morte, nonostante (GIURO!) i complottisti sostengano che il vero Pippo Franco sia morto negli anni 80 ucciso da un agricoltore al quale stava rubando la frutta dall’albero e sia stato sotituito con un sosia, non si sa per quale motivo. Forse è una metafora artistica, nel senso che dopo aver dato il meglio in quegli anni poi ha cambiato stile, ma qualcuno cita anche il nome del sosia, trovato dopo un concorso indetto dalla RAI, Salatino Fulvio Franco, che sembra omonimo ma non lo è perché il vero cognome di Pippo Franco è Pippo, mentre il nome è uguale al mio.
 
Quindi, avendo pietà di questa mia compulsione nel dover giustificare tutto quello che posto perché mettere solo il link sarebbe troppo facile e a me di facile mi piacciono solo le ragazze, ecco finalmente il pezzo che illuminerà la vostra giornata.
 
Direttamente dal 1982 (presentato da uno che sinceramente avevo completamente rimosso e ancora mi chiedo PERCHE’ facesse il presentatore in Italia) Pippo Franco in “Che Fico!”.

Annunci

Una Risposta to “Che Fico!”

  1. Stefano 28/09/2015 a 12:55 #

    Cioè, le tipe sono inguardabili. Intanto sono vestite (oggi non siamo più abituati) e poi non sanno ballare!
    Pippo Franco for president!

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: