Nonno Remo, addio!

23 Giu

Vivi intensamente, muori giovane.
Tu gliel’hai messo in culo a tutti e hai vissuto intensamente per 90 anni.

Hai girato il mondo,
hai girato le donne,
hai girato film,
hai girato palcoscenici.

“Ahò io c’ho l’anni der Papa” gridavi con quella voce gracchiante, sempre allegra pure se incazzata, durante uno spettacolo. Di papi ce ne so’ stati altri due, nel frattempo.

Eri, anzi sei un pezzo de Roma, un pezzo di Italia. Una Roma e un’Italia che se ne stanno andando per sempre. Te ne andavi da quella Roma puttanona, fascistoide e borghese anni ’50. Poi come dici tu dopo aver letto la poesia, “e alla fine ce so’ tornato”. E pare che quella Roma sia ancora tale e quale.

Da quando sono emigrato a Bruxelles ho pensato spesso ai tuoi spettacoli – ormai sempre uguali, ma sempre imperdibili – e se ci potesse essere il modo di portarti qui, al posto di Tiziano Ferro o Eros Ramazzotti. O di tutte quelle teste di cazzo che siedono al Parlamento Europeo facendo finta di lavorare per noi.

Speravo di rivederti quest’estate in qualche arena estiva a San Lorenzo, magari romperti i coglioni per fare una foto con mio figlio in braccio.

E invece hai deciso che era giunto il momento per andar via.

Mi mancherai, non so che altro dirti. Ma hai lasciato segni del tuo passaggio per quattro generazioni, nessuno ti dimenticherà.

Nonno Remo, addio!

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: