Terror Picture Show

14 Apr

La nostra si chiama guerra, il loro si chiama terrorismo. Così è più facile distinguere chi è buono e chi è cattivo. Loro sono cattivi, non ci sono dubbi, sulla nostra bontà invece qualche ombra c’è, ma stiamo da questa parte del mondo ed è ovvio che dobbiamo tifare per noi, mica siamo kamikaze, noi.

A Bruxelles continua l'”allerta gialla”, cioè quando sei in ritardo per andare a lavorare, devi anche perdere tempo a tirar fuori il documento, confrontare la foto con quella del badge, fare la perquisizione rettale… insomma le solite cose. C’è un dettaglio che però mi turba: se vogliamo ricordare gli attacchi terroristici avvenuti in casa nostra, salta subito alla memoria l’eccidio dei vignettisti di Charlie Hebdo (una casa editrice) e il successivo scontro con morte di 4 ostaggi nel supermercato kosher (un supermercato), possiamo ricordare la sparatoria al museo ebraico di Bruxelles (un museo), o andare indietro nel tempo al treno di Madrid (un treno) o addirittura ai grattacieli di New York (uffici)… il punto è, se il loro è terrorismo e non guerra, significa che gli obbiettivi sono civili, giusto? E ALLORA PERCHE’  GLI UOMINI ARMATI SONO DAVANTI ALLE ISTITUZIONI E NON ALLE NOSTRE CASE?

Ovviamente non voglio un diciottenne con mitraglietta spianata sul pianerottolo, però la cosa mi confonde un po’: cioè, pago le tasse per difendere i commissari e i funzionari che manco le pagano? Vado bene coi discorsi da autobus?

A proposito di mezzi pubblici, mi si è spezzato il cuore guardando le immagini dei jihadisti che distruggono le opere d’arte storiche ma la cosa si potrebbe sfruttare a nostro vantaggio: volevano veni’ a Roma giusto? Gli si potrebbe dire che passare da sottoterra è la via più sicura, così si ritroverebbero tutti i reperti romani ancora sepolti e inizierebbero a distruggere tutto così almeno riusciremmo a finire sta cazzo de metro C.

E comunque non so come lavora l’intelligence dell’Unione perché per esempio io in due secondi ho trovato il formulario per iscriversi all’ISIS e pure gli indirizzi per trovarli:

http://www.isiseuropa.gov.it/2015/01/iscriviti-allisis-europa/

Annunci

Una Risposta to “Terror Picture Show”

  1. Stefano 22/04/2015 a 17:40 #

    Fa’attenzione, che ti fanno chiudere il blog, se sanno che hai accesso così diretto all’ISIS!

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: