Lattesa (continua)

10 Mar

Figlio mio,

purtroppo sono vere tutte le storie che senti da lì dentro, che stiamo avvelenando il pianeta, che ci spariamo tra di noi o ci tagliamo la testa o ci diamo fuoco; è vero che trattiamo gli animali come fossero merendine o giocattoli, che creiamo oggetti inutili che causano sfruttamento e inquinamento e che dopo due mesi non valgono più un cazzo perché è uscito il nuovo modello, ancora più inutile ma molto più fico; è vero che la legge che governa la parte di mondo in cui arriverai è quella del danaro e a nessuno interessa cosa pensino gli individui o quali siano le conseguenze sulla psiche del lavoratore che poi è stressato e fa a botte nei centri commerciali o si prende a colpi di crick ad un semaforo…

E’ tutto vero, ma devi guardare anche un po’ più a fondo. O forse più in superficie, o da un’altra prospettiva, ancora devo capirlo, comunque devi guardare meglio.

Perché qui fuori ci sono anche le spiagge di sabbia fina con l’acqua trasparente che ti avvolge i piedi e i pescetti che ti vengono a mordicchiare gli alluci, ci sono i tramonti da guardare abbracciato alla persona che ami da una finestra di un posto dove lascerai il cuore, ci sono gli shorts col quartino di chiappa che esce fuori, ci sono i gruppi di amici coi quali ballare sudati sotto al palco di un concerto di qualcuno che manco ti ricordi chi è ma che resterà uno dei concerti più belli della tua vita, c’è la musica che è l’unica invenzione per cui l’essere umano può sentirsi superiore agli altri animali che per il resto hanno tutto da insegnarci, ci sono i cuccioli di cane con cui giocare in un prato appena tagliato accanto ad un ruscello di acqua gelata che scende dalla montagna alla fine dell’inverno, ci sono i fiori sugli alberi che poi diventeranno pure frutti (almeno a quanto dice Jovanotti), ci sono gli stupefacenti che tutti – me incluso – ti diranno che sono sbagliati ma se li usi con cognizione di causa sono divertentissimi, ci sono tanti esseri umani stupendi che faranno di te qualcosa di unico grazie anche solo ad una frase che ti diranno e scoprirai che anche tu sarai uno di questi per qualcun altro, ci sono le donne che sono il principale motivo per cui vale la pena vivere fino alla fine, e se mi diventi gaio ci sono pure un sacco di ragazzetti ma insomma ti assicuro che le tette sono insostituibili comunque per parlare di questo c’è tempo lascia perdere per ora…

Ma soprattutto ci sono tua mamma e tuo papà che sicuramente non saranno i migliori del mondo ma ce la metteranno tutta per prepararti a vivere al meglio la vita che sceglierai e non vedono l’ora di conoscerti e di vederti piangere e fare la cacca ogni trenta minuti…

Mi dici cosa aspetti a nascere?

Annunci

Una Risposta to “Lattesa (continua)”

  1. Stefano 13/03/2015 a 12:19 #

    Ho le lacrime agli occhi dal ridere!
    (ammetto di aver letto controcorrente, per cui ho letto prima Lattesa con intermezzo politico e poi questo)

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: