Archivio | marzo, 2015

Psicotest

30 Mar

Ecco un’anticipazione della bozza dei nuovi test psicologici per piloti di aerei e autobus volanti, ancora in fase beta.:

– Ascolti la musica elettronica europea?
– Ti piace la montagna?
– Ti piacciono i fiori?
– Vorresti fare l’alpinista?
– Vorresti fare il fioraio?
– La sera ti senti triste e malinconico e ti butti giù ma senti che buttarti giù da solo non ti da soddisfazione?
– No davvero, la musica techno, tipo quella di Paul Kalkbrenner, la ascolti?
– Credi che ti si possa lasciare da solo con centinaia di vite in mano o è meglio di no?
– Non è che se ti lasciano solo poi accendi la radio e ascolti quella maledetta musica elettronica europea alla quale metti ossessivamente i like su feisbuc?
– Se tu fossi un altro, manderesti una persona che ami su un volo pilotato da te?
– Sogni di far parte di una orribile ricostruzione 3D o di un plastico a Porta a Porta?
– Sei stato recentemente ad una maratona?
– Sei stato recentemente ad una serata di Paul Kalkbrenner?
– Parlamose chiaro, sei pazzo oppure no?

Daddy Cool – Happy Birth

27 Mar

DC 01

Mentre nasce un nuovo uichènd nasce una nuova rubrica che celebra la nascita di una nuova vita, suo malgrado. (Il “suo malgrado” è interpretabile sia per il uichènd, sia per la rubrica, sia per la vita).

Cosa succede tra la femmina ed il maschio di essere umano quando viene annunciato l’arrivo di un cucciolo?
Cosa passa per la testa del maschio durante l’ecodoppler?
Quand’è che il maschio diventa papà?
Perché il ginecologo dovrebbe guardare la vagina della mia compagna senza che io possa menarlo?

Queste ed altre questioni sulle pregne e pregnant pagine di Daddy Cool, la nuova rubrica del venerdi che farà rimpiangere Fuori Tema anche ai sassi.

Naturalmente su Eunews.it.

http://www.eunews.it/2015/03/27/happy-birth/32729

Fuori Tema presenta: Daddy Cool

25 Mar

Fuori Tema ritorna sotto falso nome e si traveste da rubrica di nursery per ingannare equitalia.

Nasce un nuovo appuntamento (più o meno) settimanale, sempre sulle pazienti pagine di eunews.it che crescerà con voi come i protagonisti della vostra soap opera preferita. Quella sudamericana doppiata male con i primissimi piani patinati e le lagrime finte.

Questa è la presentazione, ora vado a pensare a come realizzarla anche se ho convinto il direttore di avere tutto già pronto.

Buon uichènd (ho perso la cognizione del tempo, ma l’avevo pubblicata venerdi) a chi crede ai miracoli (della vita) e alle riforme.

http://www.eunews.it/2015/03/20/cambiamenti-epocali/32203

Bentrovati… e voi chi cazzo sareste?

20 Mar

Quando la natura ha deciso che fosse la donna a partorire, l’ha fatto perché un uomo non sarebbe mai in grado di sopportare quel dolore.

Magari parcheggiano male e si perdono davanti ad una vetrina di scarpe, ma le donne sono senza dubbio il genere umano superiore. Oltre ad essere più fiche degli uomini.

Ma a proposito di uomini, il 19 marzo, per la festa del papà, la mia compagna ha pensato di regalarmi mio figlio, rendendomi padre e dunque pure festeggiato.

Alle 13:50, dopo un po’ di ore travagliate, alla fine il piccolo Vasco ha fatto il suo debutto nel mondo che senza vergogna gli abbiamo riservato.

Era viola, con la testa da Alien, gli occhi gonfi e un odore non di questa terra, ma mi sono innamorato al primo secondo. Anzi facciamo al primo minuto, il tempo di riprendermi dallo sciòc di vederlo uscire.

Per i più tecnici: peso 3,8kg, lunghezza 57cm, cordone ombelicale di serie.

Non so bene cosa dire ma sto bene, la mamma sta bene e lui pure. Ora dobbiamo conoscerci.

Vasco da a tutti il bentrovato e spera che il papà ricominci a scrivere di politica, droga e fregna, ma non si fa troppe illusioni.

Buona vita a chi è appena arrivato e ancora non ha ben capito dove si trova e con chi.




LATTESA (estenuanza andante)

16 Mar

Figlio mio io ti capisco, hai paura vero?

Guarda che sta storia dell’ISIS è solo una trovata pubblicitaria per sponsorizzare la nuova guerra per uscire dalla crisi! Lo so che è una cosa bruttissima, ma tu nascerai dalla parte giusta del mondo, non ti preoccupare.

Quando dico “giusta” intendo “comoda”, che a questo mondo la giustizia è sparita dall’età del bronzo, ma comunque stai dalla parte in cui la morte di meno di 20 persone causa molto più sconcerto delle centinaia di migliaia di morti che ci raccontano i canali all news mentre mangiamo i prodotti del supermercato.

Avrai un tetto, il riscaldamento, l’acqua, il Napisan, la musica di papà (scordati le siglette dei cartoni animati, l’impianto è mio e lo gestisco io), il lettino, l’ovetto e i vestitini Dolce&Gabbana antiallergici e antigay.

Guarda che se da una parte qua stiamo tranquilli, dall’altra non si scappa dalle responsabilità e se non ti decidi ad uscire, mercoledi sera arriva l’ufficiale giudiziario con la lettera di sfratto esecutivo, quindi comunque alla fine ti tocca uscire, non ti va di farlo da solo?

Noi ti aspettiamo pazienti e non vogliamo già darti pesi, per quello c’è tempo, ma insomma ormai sei un bambino a tutti gli effetti e non pensare che puoi iniziare ad invitare le bambine nella pancia di mamma.

Capisco pure che hai l’ansia da prestazione per tutta questa aspettativa che hai creato tra parenti e amici, ma a quello ce pensa papà, non preoccuparti, tu devi solo entrare in questo mondo, ciucciare le tette di mamma, vomitarmi sulla spalla e non farci dormire la notte.

Anche perché su queste pagine la gente veniva per leggere trattati di filosofia o analisi politiche o polemiche sterili contro il sistema e mo’ pare una succursale di pianetamamma.it !

Hai tutta la vita davanti, per rimpiangere di non essere rimasto la dentro.

Scherzo eh, ma tanto manca una cifra a che impari a leggere.

ESCI APPAPÀ!

Lattesa (con intermezzo politicizzato)

12 Mar

Dicono che quando qualcuno aspetta o ha avuto un figlio poi diventa monotematico e non parla di altro e perde tutti gli amici e inizia a frequentare solo altre coppie in attesa o con bambini.

Volevo dunque parlare di politica e giustizia dicendo che a me uno che paga una donna per averla mi fa schifo a prescindere, se in più è colluso con la Mafia, ha distrutto un paese, bruciato i cervelli di un popolo debole e pecorone come il nostro che ora magari è anche pronto a votarlo di nuovo… ma poi mi accorgo che in tutto ciò non c’è né giustizia né politica e soprattutto non capisco perché “la volta celeste” di Pietro Cascella resti ancora inutilizzato (grazie a Gugol per la collaborazione).

Quindi niente, tornando a bomba, il pupo è pronto per uscire ma cincischia, come quando stai sotto al piumone e fuori ci sono meno due gradi e rimandi all’infinito la posa dei piedi sullo scendiletto dilatando il tempo a forza di pugni sul tasto “posticipa” della sveglia. O forse ha paura come quando ti propongono di fare un’esperienza all’estero ma non vuoi allontanarti dalla parmiggiana di nonna, o vorresti cambiare lavoro ma non hai il coraggio di metterti in gioco, o lei si presenta all’appuntamento con un lui e il triangolo non l’avevi considerato.

Figlio mio la vita è un continuo andare avanti, tutte le cose belle ti resteranno dentro ma ad un certo punto finiscono e ce ne saranno altre. Non migliori, non peggiori, ma diverse, che ti permetteranno di guardare meglio quelle passate ed utilizzarle in quelle presenti per crescere e saltare nel futuro. Il cambiamento ci spaventa a tutti ma è quello che manda avanti il mondo dai tempi del Big Bang (traducibile tra l’altro con “Grande Scopata”, pensa un po’), è necessario per la vita stessa.

Non voglio metterti prescia ma insomma noi stiamo qua pronti ad accoglierti e aiutarti a superare il trauma, esci tranquillo che ti giuro che non ti farò mai vedere Peppa Pig.

‘Sta gravidanza sta diventando un parto!

Lattesa (continua)

10 Mar

Figlio mio,

purtroppo sono vere tutte le storie che senti da lì dentro, che stiamo avvelenando il pianeta, che ci spariamo tra di noi o ci tagliamo la testa o ci diamo fuoco; è vero che trattiamo gli animali come fossero merendine o giocattoli, che creiamo oggetti inutili che causano sfruttamento e inquinamento e che dopo due mesi non valgono più un cazzo perché è uscito il nuovo modello, ancora più inutile ma molto più fico; è vero che la legge che governa la parte di mondo in cui arriverai è quella del danaro e a nessuno interessa cosa pensino gli individui o quali siano le conseguenze sulla psiche del lavoratore che poi è stressato e fa a botte nei centri commerciali o si prende a colpi di crick ad un semaforo…

E’ tutto vero, ma devi guardare anche un po’ più a fondo. O forse più in superficie, o da un’altra prospettiva, ancora devo capirlo, comunque devi guardare meglio.

Perché qui fuori ci sono anche le spiagge di sabbia fina con l’acqua trasparente che ti avvolge i piedi e i pescetti che ti vengono a mordicchiare gli alluci, ci sono i tramonti da guardare abbracciato alla persona che ami da una finestra di un posto dove lascerai il cuore, ci sono gli shorts col quartino di chiappa che esce fuori, ci sono i gruppi di amici coi quali ballare sudati sotto al palco di un concerto di qualcuno che manco ti ricordi chi è ma che resterà uno dei concerti più belli della tua vita, c’è la musica che è l’unica invenzione per cui l’essere umano può sentirsi superiore agli altri animali che per il resto hanno tutto da insegnarci, ci sono i cuccioli di cane con cui giocare in un prato appena tagliato accanto ad un ruscello di acqua gelata che scende dalla montagna alla fine dell’inverno, ci sono i fiori sugli alberi che poi diventeranno pure frutti (almeno a quanto dice Jovanotti), ci sono gli stupefacenti che tutti – me incluso – ti diranno che sono sbagliati ma se li usi con cognizione di causa sono divertentissimi, ci sono tanti esseri umani stupendi che faranno di te qualcosa di unico grazie anche solo ad una frase che ti diranno e scoprirai che anche tu sarai uno di questi per qualcun altro, ci sono le donne che sono il principale motivo per cui vale la pena vivere fino alla fine, e se mi diventi gaio ci sono pure un sacco di ragazzetti ma insomma ti assicuro che le tette sono insostituibili comunque per parlare di questo c’è tempo lascia perdere per ora…

Ma soprattutto ci sono tua mamma e tuo papà che sicuramente non saranno i migliori del mondo ma ce la metteranno tutta per prepararti a vivere al meglio la vita che sceglierai e non vedono l’ora di conoscerti e di vederti piangere e fare la cacca ogni trenta minuti…

Mi dici cosa aspetti a nascere?