ANNO MMDCCLXVII A.V.C.

21 Apr

21 aprile, Natale di Roma, come da tradizione le regalo ‘na poèsia.
Se siete di fuori G.R.A. e vi serve una traduzione fatemelo sapere.
Buon Natale.

MMDCCLXVII A.V.C.

Mentre li ggiorni scòreno pe’ tutti,
A ffa’ li mesi, che ‘nzieme fanno l’anno,
A forza de momenti belli e brutti,
Roma è arivata a ‘n antro compleanno.

Nata dar sangue de ‘n gemello morto
Er Ventuno Aprile, giorno der Natale
St’anno se sposa co’ Quello ch’è risorto,
Cascanno er lunedi doppo pasquale.

Ariecco er sole finito l’acquazzone,
Che ce accompagna ‘n gita fori porta,
E puro si nun va tutto benone,
Quanno c’è er vino poco ce ne ‘mporta.

Perciò brindamo a chi perde er lavoro,
A chi se ‘ncazza e pija manganellate,
A chi ce dice che ce penzeranno loro,
E da cent’anni ce ricopre de cazzate.

Brindamo a quelli che so’ ammanicati,
A chi c’ha ‘na penzione da barbone,
A quelli che so’ già stati sfrattati,
E a li settecento metri de Bertone.

Ai 2 e 40 che guadambiano i capoccia
Che co’ du’ anni se ponno compra’ ‘n tetto,
Ar mutuo de chi c’ha gnente ‘n saccoccia,
Che fra du’ anni s’aritrova stretto.

E brindo a te, Roma, co’ sta voce
Te auguro de fa’ come er cristone
Che ieri se n’è annato da la croce,
Perché te serve ‘na Resurezzione!

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: