Giochi da Tavolo

6 Mar

Prima esperienza europea per Renzi che abbassa i toni da rockstar e come è prassi deve passare correndo in mutande tra gli scappellotti degli altri capi di Stato al grido di “un due tre nun se move na foja!”.

Tutta la stampa (italiana) era in fibrillazione per il suo arrivo, anche perché sono loro che gli hanno fatto vincere le primarie, lo sentono un po’ come un figlio; c’è un’eccitazione che ricorda molto quella dei tempi di Berlusconi. La ricorda TROPPO.

E comunque il Premier è entrato senza neanche dirci buongiorno.

Ora si ritrova suo malgrado a giocare a quello che molti cronisti amano definire il “Real Risiko” (o forse solo io lo definisco così) ma mentre Putin muove i suoi carrarmatini, l’UE gioca di sanzioni e imprevisti, confondendosi col Monopoli.

Il problema è che qualunque gioco giochino alla fine il tabellone sarà rovinato, molte pedine saranno cadute, mentre i giocatori resteranno al tavolo, aprendo una nuova bottiglia di vino pregiato, pronti per un’altra partita.

Buona giornata a chi fa i compiti a casa e a chi si giustifica.

Annunci

Apri il tuo cuore:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: