Archive | marzo, 2014

Ho visto Obama – Reportage Esclusivo

28 Mar

Il Presidente Americano partecipa al Summit per la Sicurezza Nucleare de L’Aja, ed io ero lì per voi.

Qui sotto il reportage esclusivo pubblicato da Storie.

Il NSS come non ve l’ha raccontato NESSUNO.

http://www.storie.it/politica/io-ho-visto-obama-al-summit-sulla-sicurezza-nucleare-la-cronaca-con-tutti-i-retroscena/

Friday Spam – Corsi e Ricorsi

28 Mar

Image

La Storia siamo noi.
E ci ripetiamo.
Come il venerdi che torna sempre.
Portando con se il uichénd.
E Fuori Tema.
La rubrica più letta da intellettuali e sfasciacarrozze.

Leggi, sciara e scialla.

http://www.eunews.it/2014/03/28/corsi-e-ricorsi/13813

NSS 2014

24 Mar

In trasferta nella capitale olandese per tre giorni insieme ai giornalisti e i capi di Stato di tutto il mondo per il Summit sulla Sicurezza Nucleare, anche se Putin ha mandato in sua vece un peluche e quindi proprio sicuro sicuro non ce sta nessuno.

È una grande emozione, è l’evento più importante ed imponente mai ospitato dall’Olanda, sono chiuse tutte le strade intorno al Centro dove si svolge il NSS, per un raggio che arriva fino a Campobasso, per entrare bisogna passare
accuratissimi e umilianti controlli (c’è gente che è stata respinta perché aveva i trigliceridi troppo alti), le poliziotte olandesi sono entrate ad arricchire l’esercito del mio immaginario erotico, Obama è arrivato da poco scortato da una delegazione equivalente all’intera popolazione della Polonia e qui si sta per scrivere la Storia.

Siamo tutti col fiato sospeso e una domanda ben precisa in testa: a che ora finisce che così annamo ar coffi sciòp?

Buona giornata a chi è bello, giovane e abbronzato.

Friday Spam – Tettonico Ottimismo

21 Mar

Ci sono certezze che non possono crollare.

Si dice che le cose se non si fanno bene è meglio non farle.

Io non ci credo, perché altrimenti al giorno d’oggi dovremmo stare tutti seduti fermi a guardare in basso.

E quindi in ritardo, di fretta ma con amore, è uscito Fuori Tema.

http://www.eunews.it/2014/03/21/tettonico-ottimismo-titolo-provvisorio/13599

Image
Leggi e scialla ma stavolta non sciarare.

Renzi Tour

20 Mar

(dall’odierno Feisbuc)

(da leggere con voce da dj, tipo Johnny Glamour)

Prosegue il Renzi-tour su e giù per l’Europa, oggi il Premier made in Italy più giovane della Storia planerà col suo carico di entusiasmo a Bruxelles, dove pranzerà insieme agli amici del PSE, poi ruttando correrà in Commissione dove incontrerà Barroso di ritorno dal pranzo col PPE e insieme prenderanno caffè e digestivo e poi finalmente parteciperà al tanto atteso afterhour insieme agli altri capi di Stato ospitati dal resident “HVR”.

Come sapete il nonnismo non perdona nell’UE e il nostro neopremier dovrà subire i rituali della puntina sulla sedia, i lacci allacciati tra loro, lo spintone della Merkel con Hollande accucciato dietro per farlo cadere e il pessimo gavettone di birra.

Per la penitenza finale, il gabinetto di Von Rompuy ha comunicato che gli faranno cantare vestito da ballerina di flamenco il suo successo spagnoleggiante DJOBI – JOBACT.

Si parlerà di unione bancaria, occupazione della Crimea, del tempo, del film di Sorrentino, di cosa faranno quest’estate, del campionato spagnolo e del menù del prossimo Consiglio di giugno, chissà fino a che ora.

Buona giornata a chi ha perso la fiducia ma ha trovato la speranza e la scambia con un pacchetto all-inclusive quattro giorni a Tropea.

AI PAPA’

19 Mar

Auguri al mio papà, che sarà sempre il più bello, il più forte, il più generoso, il più dolce e il più rompicoglioni di tutti.

Auguri ai papà che pensavano sarebbe stata solo una sveltina, a quelli che “non ho il profilattico ma tanto esco fuori”, a quelli che hanno dovuto fare il test del DNA per essere sicuri di poter festeggiare oggi.

Auguri ai papà che vivono col dolore per la perdita di un figlio, che lottano per i diritti dei loro figli, che hanno dato la vita per regalare ai figli un futuro migliore.

Auguri ai papà che non ci sono più.

Auguri ai papà severi, a quelli distratti, a quelli assenti, a quelli troppo presenti. Auguri ai papà che si ritrovano a crescere la prole senza manuale d’istruzioni e fanno del loro meglio per prepararla a questo strano mondo.

Auguri ai papà che sono dovuti andare all’estero in cliniche specializzate che in Italia non ci sono, per diventare papá. Auguri a quelli che vorrebbero essere papà stando insieme a un altro papà, che però in Italia non possono.

Auguri ai papà single.

Auguri ai papà che hanno perso il lavoro e sono disperati per la propria famiglia, a quelli che per mandarla avanti vanno contro la legge, a quelli che sono pronti a tutto.

Auguri ai papà che sanno ascoltare, capire e dare consigli, a quelli che si scontrano col muro generazionale, a quelli che fanno finta di non vedere che la figlia esce ogni sera con uno diverso e che il figlio non ha mai una lira ma è sempre pallido e con le occhiaie.

Nessun augurio ai papà che maltrattano i figli, che andrebbero cancellati dall’albo.

Auguri a quelli che riescono a dimostrare il proprio amore solo facendo regali, a quelli che lo fanno insegnando i valori in cui credono, a quelli che sono ogni giorno un esempio da seguire. Auguri ai papà amici, ai papà dittatori, ai papà sottomessi.

Auguri ai papà che qualsiasi persona sia il loro figlio sono sempre pronti a difenderlo ed appoggiarlo, tracciando la propria linea del giusto e sbagliato ma senza giudicare da quale parte egli decida di stare. A meno che non cerchi di ammazzarli per prendere l’eredità.

Auguri ai papà che non sono biologici ma non hanno niente da invidiare agli altri.

Auguri a tutti i papà, che sono una delle certezze fondamentali della vita, nel bene e nel male.

Ovviamente dopo la mamma.

Friday Spam – Wasting Spring

14 Mar

Il palazzo del Parlamento di Strasburgo è un’opera architettonica incredibile.
Ma ancora più incredibili sono le creature femminili che lo abitano.
E ancora più incredibile è che ogni ci costa 200 milioni l’anno, che invece potrebbero essere spesi per farmi dei regali.

Questo e anche molto meno di questo su Fuori Tema, la rubrica più seguita dagli italiani (che per sbaglio ci capitano).

http://www.eunews.it/2014/03/14/wasting-spring/13396

Buon uichènd a chi legge, sciara e scialla.

Image