Archive | aprile, 2012

PRIMO POST, DOPPIO NATALE

21 Apr

Pochi convenevoli: questo primo post è una sorta di prologo, l’introduzione al blog verrà nel prossimo.
E anche la cura dell’aspetto e il capire comecazzo funziona sto sito.
Duemilasettecentosessantacinque anni fa nasceva Roma, oggi nasce anche FacileDaRicordare.
Sono le tre di notte e mi bruciano gli occhi.
Ma ho voluto cominciare questa nuova esperienza con una vecchia tradizione.
Direi che come inizio può bastare, no?

MMDCCLXV a.V.c

Ner norde de l’Europa, er cielo bianco
Che annisconne ‘sta nuova primavera
Rischiara er muso mio che ormai è stanco
De nun sape’ si è l’arba o si è già sera.

Tremanno drento ar vento dei ghiacciai
Cercanno de pensa’ a na cosa bella
Scopro che a te nun me te scordo mai
Mentre smadonno sotto a ‘sta gnagnerella

E sogno che un ber giorno ce aritorno
Intanto che pe’ strada chiedo l’ore
Me dicheno che è quasi mezzoggiorno
Er penziero come un lampo da te core

Sopra a quer colle cor prode Garibbardi
Indove sei ‘na mistica visione
Indove né più presto né più tardi
A mezzoggiorno spareno er cannone

E allora s’arisveja ‘n campanile
E ‘n antro j’arisponne e ‘n antro pure
E chi se stava già a magna’ la bbile
Soride placido a ‘sto canto tuo d’amore

E tutti i ggiorni je dai un’emozzione
A chi te ama o a chi te sputa ingrato
A chi te sfrutta, o te canta na canzone
E pure a quer poraccio che è emigrato

Perchè co’ te ‘n der core t’assicuro
Nun temo più nemmanco le sconfitte
Posso resiste sotto a ‘sto cielo scuro
A mmagna’ cozze e patatine fritte.

Te porto drento e tu me dai la forza
Tu m’hai imparato a vive co’ ironia
Ed è pe’ questo che sbriciolo sta scorza
Pe’ fatte mille auguri, Roma mia.

Ceskoz_